1 ott 2014

Commenti: Upper Harbor Bay




Commento 1: Astro Boy
Non so proprio cosa dirti di fare e non posso nemmeno biasimare il tuo ragazzo. Forse sei tu quella che deve trovare le proprie ragioni.
Risposta 1: Ransie
Hai perfettamente ragione, non so proprio come fare. Quello che sento è reale e… destabilizzante.

Commento 2: Momi
Tu sei tutta matta! M A T T A!!! Vorrei tanto essere al posto tuo…
Risposta 1: Ransie
E' da un anno che ti invito. Forza, vieni qui, c'è spazio anche per te! Cosa aspetti? Vitto e alloggio sono offerti dalla ditta. Un bacio, tesoro :*
Risposta 2: Momi
Eh, venire in America non è mica uno scherzo, sai? Otto ore di volo… e poi odio volare!
Risposta 3: Ransie
Sei proprio un caso disperato :)
Risposta 4: Momi
Mi sa che c'hai ragione! :'D

Comento 3: Dolly
Quanto ammiro la tua semplicità nel descrivere le cose, la profondità delle sensazioni che sai infondere. Questa vita è come il tuo mare immenso e non c'è bisogno di alcuna tempesta per renderla incasinata. Noi esseri umani siamo veramente un casino, per natura.
Risposta 1: Ransie
Io ci provo a cambiare, a fare qualcosa per me stessa e per il mio ragazzo. A volte penso che per quanti sforzi faccia, tutto, ma davvero tutto, sia inutile.
Risposta 2: Dolly
Non essere troppo frettolosa nel giudicare le cose però. Hai tante possibilità lì dove ti trovi. Non sarà poi così male se ci pensi bene…
Risposta 3: Ransie
Razionalmente ci sono arrivata. E' solo che non riesco a darmi pace.

Commento 4: Prince Johnny
E' come se il mare e l'oceano ti parlino… e forse le loro voci ti entrano dentro più di qualunque altra cosa al mondo. Dimmi, che cosa ti ha detto di preciso l'oceano?
Risposta 1: Ransie
Non lo so spiegare, nel suo dire non ci sono parole, soltanto suoni. Il suono ti parla, ma dice e non dice. E' vago per natura.
Risposta 2: Prince Johnny
E' un po' come la musica, io la interrogo sempre quando devo prendere una decisione. La lascio entrare dentro me, adoro sentirmela dentro. Non so cosa mi dica alla fine, ma in qualche modo mi lascio ispirare
Risposta 3: Ransie
Allora potresti ispirare anche me con una canzone, per favore? :)
Risposta 4: Prince Johnny
Certamente, ecco a te!
Risposta 5: Ransie
Siamo sempre allo stesso punto. Bella però! Che cosa ci senti tu?
Risposta 6: Prince Johnny
Ci sento tante cose diverse di volta in volta. E' come quando un sogno si perde in un altro sogno, ma in qualche modo ti riporta alla realtà col suo carico di nostalgia. E anche se ti si stringe il cuore, ti viene di fare qualcosa, di reagire a tutto questo. Improvvisamente hai voglia di vivere… forse mi prenderai per pazzo, ma non saprei spiegarlo meglio. Lascia solo che il tuo mare, come questa canzone, ti viva dentro e continui a parlarti.
Risposta 7: Ransie
A me è successa una cosa simile con le parole. Credevo di possederne il significato e invece l'ho perduto. Alla fine di certe parole ciò che resta è soltanto il suono. 




8 commenti:

  1. Nuovo gran bel post. Ransie e Prince Johnny sono andati sul profondo ;)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ah non guardare me, continua a leggere!!! :P

      Elimina
  2. Che romanticone, il Prince!! :)
    Io una cosa del genere l'ho vissuta, ma non sui suoni e parole, ma coi colori.
    E ci siamo piaciuti.

    Moz-

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Wow, i colori! Questo è veramente un modo originale. Sono curiosi. Per favore, se non entro troppo nella tua vita personale, puoi descrivermi solo la dinamica, cioè nello specifico che cosa pensavate dei colori?

      Elimina
  3. Bellissimo post, l'ultima battuta di Ransie mi ha fatto venire la pelle d'oca ma effettivamente è una affermazione molto reale.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie, sono sempre contento quando qualcuno si emozione nel leggere i miei post :)

      Elimina
    2. Ci sono momenti i cui mi ritrovo a scrivere parole su carta e all'improvviso mi chiedo se davvero so cosa significano.. mi sembra quasi di non saperle nemmeno scrivere!
      Con il pc invece non mi capita mai.. ^^

      Elimina
    3. Io invece adoro scrivere su carta… anche questo post è stato scritto prima su carta e poi messo sul blog (con le dovute modifiche). La carta mi stanca meno, però ha dei limiti (anche di spazio). Scrivere sul computer invece ha i vantaggi della correzione istantanea, si può correggere anche dopo aver postato… insomma, diciamo che io unisco le due cose perché entrambe le esperienze di scrittura hanno degli enormi vantaggi… e li voglio entrambi! :D

      Elimina