05 nov 2014

Incontri ravvicinati via chat




Sofia: Ciao Simona, come stai?

Simona: Bene! Tu che mi dici di bello?

Sofia: mah, si tira a campare...

Simona: come si fa a tirare a campare a New York? Quando ci sono stata ho fatto e visto tante di quelle cose che non me ne sarei mai più andata...

Sofia: lo so, sono io che sono strana

Simona: ma strana forte!

Sofia: come diceva Jessica Rabbit "mi disegnano così" :)

Simona: però ti hanno disegnato bene :D

Sofia: grazie tesoro
Sofia: la mia unica colpa è che qui non voglio fare la troia
Sofia: quante possibilità avrei...

Simona: ma dai!
Simona: non esagerare, non sono mica le opportunità che ti mancano

Sofia: hai ragione, sono io che non ci sto con la testa...
Sofia: più vado avanti e più divento insofferente

Simona: a cosa?

Sofia: non sono tagliata per questa vita, mi sta stretta...
Sofia: anzi, mi sta distruggendo 
Sofia: sto pensando di ritornare a casa

Simona: oddio, non è che qui ci siano tantissime opportunità, anche se nel mio caso non mi posso lamentare. Certo il mio lavoro è un delirio, ma almeno sono fortunata perché riesco ad arrivare a fine mese senza troppi problemi. Il dottore paga decentemente... 
Simona: ma tu invece hai un'idea di quello che vuoi fare?

Sofia: no
Sofia: ma non so nemmeno perché sono ancora qui

Simona: il tuo ragazzo? Come si chiama...

Sofia: Giorgio

Simona: ah giusto
Simona: e a Giorgio non ci pensi?

Sofia: certo che ci penso, e proprio per pensare a lui mi ritrovo in questa situazione

Simona: però non capisco il problema

Sofia: qui è come non essere nessuno
Sofia: nemmeno l'amore funziona più. Ammesso che sia rimasto...

Simona: spiegati meglio

Sofia: ormai siamo in quella fase dove tutte le cose sono scontate. Gli voglio un bene dell'anima, ma non c'è nulla che alimenti il nostro rapporto.
Sofia: capisci, non mi sorprende più niente

Simona: sì, certe volte i maschi sono un po' a corto di idee...

Sofia: Giorgio non ci prova proprio a sorprendermi, è troppo concentrato sul lavoro e tutte le volte che torna a casa la sera è stanco
Sofia: non ha mai voglia di uscire
Sofia: si muove solo se glielo chiede il capo e mi porta a cena fuori solo con i suoi colleghi

Simona: capisco

Sofia: e sono di una noia mortale
Sofia: e poi non fa proprio niente per rincuorarmi
Sofia: nemmeno quando mi vede giù
Sofia: dice che non mi devo preoccupare, che passerà... ma io non sento la sua presenza. Siamo qui da oltre un anno e non fa altro che ripetere la stessa cosa!

Simona: perché non gli parli apertamente?

Sofia: l'ho già fatto
Sofia: tutto inutile...

Simona: e tra tutta la gente che si trova a New York non ti è mai passato per la testa di frequentare un altro?

Sofia: no, non c'ho proprio voglia
Sofia: più vado avanti e più mi viene la voglia di fare le valigie e tornare a casa

Simona: non so che dirti
Simona: fossi in te non lascerei New York per tornare in Italia, ma se devi farti violenza, molla tutto e torna qui!

Sofia: eh sembra facile...
Sofia: ho fatto ferro e fuoco per venire qui e adesso invece...

Simona: prima o poi ne uscirai fuori, devi solo capire come. Ce la puoi fare ;)

Sofia: eh, speriamo bene


Simona: Madonna, guarda quel cazzone di Prince Johnny che mi ha mandato per "aprirmi la mente". 
Ussignore, ma questo è pazzo!

Sofia: vediamo
Sofia: dai, che carino!

Simona: carino? questo coso?

Sofia: boh, mi piace questo gusto un po' grottesco, questo humor all'inglese...

Simona: a me inquieta... Ma soprattutto mi inquieta Prince!
Simona: perché si diverte a torturarmi con queste cose? Prima la merda d'artista, ora questo Salad Fingers. Ma che ho fatto di male?

Sofia: hahahaha, io lo trovo un tipo simpatico e quando non fa il cazzaro scrive delle cose molto belle...
Sofia:  tu lo conosci personalmente?

Simona: no, ho solo il suo contatto messenger
Simona: cmq hai ragione, è una persona divertente. Anche se a volte esagera...
Simona: tipo con questa cosa grottesca che a te piace tanto hahahahahaha
Simona: secondo me voi due sareste una coppia perfetta!

Sofia: mi piacciono i suoi post, nel bene e nel male riesce sempre a farmi riflettere
Sofia: dai, adesso smettila! :D

Simona: se vuoi ti ci metto in contatto, anzi lo faccio subito!

Sofia: aspetta no, fermati!

Simona ha aggiunto Niccolò alla conversazione 

8 commenti:

  1. Se siamo soli dentro lo saremo anche a New York. Capisco cosa significhi, ma non ho capito da dove sia stata "rubata" questa chat.

    Ispy 2.0

    RispondiElimina
    Risposte
    1. È un racconto di fantasia, tutti i post compongono un'unica storia.

      Elimina
  2. Salad Fingers lo conosco, però non mi piace tanto l'atteggiamento di Sofia (mi scuso nel caso in cui sia una personal reale- niente di personale si intenda :D).
    Purtroppo di persone che stanno spesso a lamentarsi del nulla mascherandolo da problema esistenziale ne ho conosciute parecchie e purtroppo qui ho sentito lo stesso sentimento, una melanconia trascinata e rivoltata sulle spalle di un terzo - il fidanzato- che dovrebbe avere il compito di riportare tutto a posto.
    Ma prendersi di coraggio e cambiare le cose con le proprie mani no eh? :°D Devono essere sempre gli altri a sistemare i nostri problemi- reali e non.

    Riassumo il tutto con un termine: noia.
    La noia è quella che prova Sofia. Una noia che sta mangiando tutto, ma è lei che deve combatterla, il fidanzato o New York non possono fare nulla per 'guarirla'.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Concordo.. anche io conosco miriadi di persone che si lamentano del nulla.. non sanno cosa vogliono e si lagnano con tutti... -_-

      Elimina
  3. Mi fa piacere che prendiate posizione sui miei personaggi, io ovviamente non vorrei farlo altrimenti devo svelare le carte. Ransie (Sofia) ha bisogno di capire molte cose della sua vita.

    RispondiElimina
  4. Di persone incerte sulle strade da prendere ce ne sono tante.

    Buona giornata!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Beh sì, poi bisogna vedere quanto dura l'indecisione... :)

      Elimina