17 ago 2015

Il Marchese - A volè salvà du zinne...


Abbelli!
Nun c'ho avuto er tempo l'artra vorta, ma ve devo finì de raccontà a seconda parte der racconto. Ve devo confessà che a me sti ambienti 'ndo se acchiappava de tutto nun me piacevano pe gnente, ce annavo solo pe l'amici mia (tutta bella gente, ve'a raccomando!).
'Nzomma, stavo addì che me sentivo un po' come un pesce fuor d'acqua anche se ce ne stavano tantissimi de pesci... tutti fori da li carzoni, mortacci loro! Ce stava l'open bare fai da te, così me so schiattato 'ncorpo senza pensacce troppo 'na serie de drinke che non ve sto addì, tanto non ce capireste gnente de quello che me so tracannato. A 'ncerto punto me so ritrovato tutto ciucco ciucco e l'occhio m'è caduto su 'na regazzina in abito succinto e provocante, co' du zinne che parevano de scoppia dentro a quer corpetto. Era come se stessero addì: "Aò, 'a fracico, viè qua a liberacce!".
"Mo' ce pensa er Marchese vostro, nun ve state a preoccupà!".
Così me so fiondato da sta fregnona che stava a parlà co uno de cinquant'anni e je dico: "Viè qua, tu stasera devi esse mia". A cosa bella è che sta zozzona manco s'a fatto ripete du vorte, subbito se'è lasciata conquista da 'o sciarme der Marchese. Così se semo appartati e amo fatto sesso spinto... che poi nun ho mai capito perché se dice spinto... quanno se fa sesso è chiaro che devi spigne! 

Tutto bello me direte voi. Eh purtroppo non sempre è oro tutto quer che luccica. Dopo cinque minuti è arivato er cinquantenne tutto 'ngrifato e a cominciato a toccà 'e zinne d'a donna mia. E nun ce potevo fa gnente perché pure se 'o volevo caccià da'a stanza a zinnona nun c'aveva 'e chiavi. 'Nzomma, me arzo, 'o spintono 'n poco ma gnente, co'a porta aperta ariveno sempre zozzoni a rotta de collo.
Così me scrosto, me vesto e me ne vado. E mentre guardo attorno vedo tutta gente che se 'nfregna co du donne 'a vorta, donne che se fanno sbatte da due-tre omini, tizi che fanno 'a fila pe se fa 'na trombata come se aspettassero 'a posta pe pagà 'e bollette senza manco corteggià, senza prova er brivido d'a conquista. Sapete che ce sta de novo? io ve saluto! Così me ne so annato a casa e me so fatto 'na bella doccia pe togliemme sto tanfo zozzo che c'avevo addosso. Del resto se dice che chi va co' zoppo impara a zoppicà, perciò chi sta coi zozzoni... be' 'o sapete come va a finì, no? :)

11 commenti:

  1. Risposte
    1. Ciao Kyle, sono contento che tu sia passata! Un abbraccio anche a te!!!

      Elimina
  2. Il Marchese, sotto sotto, in fondo in fondo, nascostamente... è marchese!
    Dajeeeeeeeeeeee! XD

    RispondiElimina
  3. ahuahuahuahua
    Mi sono persa qualche post ma oggi recupero ;)
    ciao ciao

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Be' non sei molto indietro, poi col Marchese il tempo passa velocemente :D

      Elimina